Domenica 31 Maggio 2020

FB fci bolognese

E dopo esserci occupati dei Professionisti Bolognesi passiamo adesso ai Dilettanti che stanno mettendosi in grande evidenza e cominciamo da Massimo Orlandi.

Questo promettentissimo ragazzo gareggia nella Categoria Under 23 e quella che parte sarà per lui la seconda stagione ma già nella prima ha dimostrato di che pasta è fatto. Ma vediamo il suo curriculum sportivo.

La vittoria di MarenoNasce a Bologna il 3/12/1998 e comincia a gareggiare nel 2009 come G4 nella Società Ciclistica San Lazzaro dove rimane fino a fine 2012 come Esordiente Primo Anno, quattro stagioni dove il ragazzino cresce ma ancora non si vede la “stoffa”. Nel 2013, come Esordiente Secondo Anno, passa alla Società Ciclistica Ceretolese 1969 dove gareggia per tre stagioni, una appunto come Esordiente Secondo Anno e due come Allievo ed è qui che l’incontro col Direttore Sportivo Gabriele Martelli, porta a Massimo il salto di qualità, sono infatti quattro i successi che anella in quel periodo e che lo preparano al salto nella categoria Juniores. Passaggio che avviene nella stagione 2016 quando Massimo va a vestire i colori della Società Sportiva Sancarlese ed è alla corte del Direttore Sportivo Simone Frigato che il ragazzo si mette in grandissima evidenza. Cinque i suoi successi nelle due stagioni, compreso il Titolo Regionale, tutti in gare di alto spessore Tecnico e come corollario numerosi podi e piazzamenti in gare Nazionali ed Internazionali. Si aprono quindi per lui porte importanti ed infatti approda come Under 23 al Cycling Team Friuli dove esordisce nella stagione 2018.

La Maglia Azzurra al Giro dell' EmiliaLa stagione da poco conclusa è stata sicuramente più che positiva, queste le parole di Massimo, ho vinto 2 gare di cui la prima la tappa Cronoscalta del Carpathian Tour ed il Circuito in Notturna di Mareno di Piave. Poi ho ottenuto altri importanti piazzamenti tra cui il 7° posto all’Internazionale di Poggiana e l’8° posto nella Classifica Generale del Giro di Romania. Stavo anche disputando un buon Giro d’Italia Under, ma una brutta caduta mi ha costretto al ritiro e ad uno stop forzato di oltre un mese. Forse senza quella caduta avrei potuto raggiungere altri risultati. Ho comunque chiuso alla grande la stagione vestendo la Maglia Azzurra della Nazionale (per me un esordio) al Giro dell’ Emilia Professionisti. Se sono arrivato fino qui devo un particolare ringraziamento a Gabriele Martelli che mi ha guidato alla Ceretolese e che ancora adesso c’è sempre per un consiglio ed un parere. Per la prossima stagione vestirò ancora i colori del Cycling Team Friuli che nel frattempo è diventata una Squadra Continental e questo ci permetterà di fare attività anche nel mondo Professionistico acquisendo esperienza. Il mio obiettivo è confermarmi e possibilmente migliorare ancora. Il sogno nel cassetto un Contratto Professionistico e vincere una Tappa al Giro d’ Italia.

Il ragazzo ha le idee chiare e noi non possiamo che augurargli di raggiungere i suoi obiettivi e magari di averlo protagonista alla Cronoscalata di San Luca dove nel 2018 non ha potuto farsi onore per i postumi della caduta al Giro Under.